Dove vedere il Vanello a Cagliari – appostarsi nei luoghi giusti con la macchina fotografica

vanello-dove-vedere-a-cagliari-visitare

Vedere il vanello a Cagliari, detto anche Vanellus vanellus o Pavoncella in italiano comune, è piuttosto semplice: basta appostarsi anzitutto nei luoghi giusti, magari con a portata di mano una macchina fotografica!

Riconosciamo il vanello perché:

ha il becco corto, è gracile, dritto, compresso, ha la punta delle due mandibole rigonfie: base della mandibola superiore molto dilatata dal prolungamento del solco nasale: narici laterali, aperte longitudinalmente nella membrana, che copre il prolungamento; piedi gracili, tre dita d’avanti, ed uno dietro, il dito di mezzo riunito all’esterno per mezzo d’una corta membrana, quello di dietro quasi nullo, o molto corto, articolato sopra il tarso, non toccante terra: ali larghe, o accuminate, primo remigio il più lungo, il terzo remigio d’uguale grado, o più corto del quarto e del quinti, che sono i più lunghi. I vanelli frequentano i luoghi bagnati d’acque dolci, e salmastre, ed i prati umidi, si nutrono di vermi di terra, e di larve.

Alto: da 28 a 31 cm; Apertura alare: da 70 a 76 cm; Peso: da 150 a 300 g Le piume del dorso sono nere con riflessi bronzei, rosso-verdi.

Dove vedere un Vanello a Cagliari: la zona più indicata è sicuramente quella delle saline di Molentargius, dove è più facile incontrarlo assieme agli altri uccelli acquatici, tuttavia è possibile vedere questo uccello anche nella zona di Cagliari prossima agli stagni e a Giorgino/Santa Gilla.

Scopri la nostra guida riguardante cosa visitare a Cagliari!

Precedente La storia della Sardegna Cartaginese - riassunto da libro del 1892 Successivo Vedere il parco di Monteclaro a Cagliari: informazioni utili sul parco